Gli Archivi Nazionali di Australia declassificano nuovi documenti sul "caso Valentich"

martedì 3 luglio 2012



La scomparsa del pilota australiano Frederick Valentich, avvenuta il 21 ottobre 1978, sopra lo Stretto di Bass in Australia, ha sempre intrigato i ricercatori UFO a livello mondiale. Valentich, che volava su un aereo leggero, registrato con matricola VH-DSJ, scomparve in volo dall'aeroporto di Moorabbin, Melbourne, Victoria, a King Island, nello Stretto di Bass. Né lui, né il suo aereo, furono più visti da allora. Valentich, prima della scomparsa, affermò di aver visto uno strano oggetto nel cielo, durante il volo.

DOCUMENTAZIONE DEL GOVERNO

Dopo l'evento, il Dipartimento dei Trasporti del Governo Australiano pubblicò tre pagine dello “Aircraft Accident Investigation Summary Report”, datato 27 aprile 1982. Al punto 7 di questo documento, intitolato “Opinion as to cause”, il Dipartimento dichiarò che “la ragione della scomparsa dell'aereo non è stata determinata”. L'archivio di riferimento di questo documento è catalogato con la sigla V116/783/1047.


ACCEDENDO E SBIRCIANDO IL V116/783/1047

Nel 1982 l'ufologo australiano Bill Chalker esaminò gli archivi UFO del Dipartimento dei Trasporti … “però gli fu negato specificamente l'accesso agli archivi di Valentich con la motivazione che erano Archivi di Investigazione di Incidenti Aerei e non archivi sugli UFO”. (Clalker, Bill. 1996. The Oz Files. Duffy & Snellgrove, Potts Point, NSW, pagina 170).

Nel 2004, il ricercatore sugli UFO Keith Basterfield presentò una richiesta attraverso il FOIA (Freedom of Information Act) al Dipartimento dei Trasporti di Australia. Parte della richiesta riguardava l'accesso al fascicolo V116/783/1047. Il Dipartimento gli fece capire che l'archivio in questione fosse stato distrutto dal National Archives of Australia (NAA). Controllò la base dei dati elettronici RecordSearch del sito web del NAA e non trovò nessun registro in archivio. Tuttavia, Basterfield comprese che solo il 10 per cento dei documenti in possesso del NAA si trovavano su RecordSearch.

Nel mese di ottobre del 2011, durante una visita di routine sul sito del NAA, il ricercatore australiano scoprì che il documento in questione era stato incluso ed era catalogato con numero di serie B1497, simbolo di controllo V116/783/1047, intitolato “DSJ-Cape Otway to King Island 21 October 1978 – Aircraft missing (Valentich) 1978 -1992”, codice a barre 10491375. Venne dimostrato che il documento si trovava in mano all'ufficio del NAA a Melbourne. Tuttavia, lo stato dell'archivio si mostrò come “chiuso”. Nonostante questa situazione, Basterfield presentò una richiesta di accesso all'archivio, sostenendo che per l'anno 2012 i faldoni dell'archivio, compresi tra gli anni che vanno dal 1978 al 1981, dovevano essere messi a disposizione del pubblico.


EMERGE UN ALTRO DOCUMENTO

Nel frattempo, Andrew Arnold e il suo team del gruppo “Victoria UFO Action” con sede a Melbourne, stava investigando il caso Valentich. Andrew scoprì che c'erano altri archivi corrispondenti. Questo portava il numero di serie A4703, simbolo di controllo 1978/1205, intitolato “VH-DSJ- Light aircraft overdue King Island”. Con un codice a barre 11485989 e in possesso dell'ufficio del NAA di Canberra. L'organizzazione d'origine che si evince nelle Note del NAA è il Dipartimento dei Trasporti, Direzione Generale, Canberra e Melbourne, Emergency & Special Services Branch. Andrew presentò una richiesta di accesso a questo archivio.


COSA DICE QUESTO ARCHIVIO A4703 CIRCA GLI UFO?

Questo archivio, di 292 pagine fu aperto dal Marine Operations Centre e dal MARSAR (Marine Search and Rescue). La copertina del file in questione indica che le ricerche sono state condotte sia in aria che per mare. L'incidente iniziò il 21 ottobre del 1978 e si concluse il 25 ottobre del 1978. Le autorità coinvolte furono la Polizia di Victoria a King Island, Hobart e Lakes Entrance, oltre il Dipartimento della Difesa.

L'archivio contiene un riassunto narrativo di due pagine che fornisce una eccellente visione dei fatti, che comincia in questo modo:

1. La Airways Operations Melbourne riferì di aver avviato un Distress Phase (Fase di Pericolo) in un Cessna 182 sopra King Island su un volo che da Moorabbin portava a King Island. L'aereo aveva segnalato un guasto al motore prima che si perdessero le comunicazioni”.

Nella prima fase del riassunto dice: “S.SOC AMML disse che il velivolo riportò di aver visto cose (forse un UFO) poco dopo aver lasciato Cape Otway alle ore 9:03Z...”.

Più tardi “16. Un certo numero di segnalazioni di una luce bianca e brillante che si muoveva rapidamente, è stato ricevuto da diverse parti del paese. L'Osservatorio di Mt. Stromlo ha riferito che la notte del 21 ci fu un picco di flusso di meteoriti con 10-15 avvistamenti pe ora”.

21. Alle 250900Z la ricerca dell'aereo fu conclusa, senza nessun avvistamento del velivolo, rottami o il corpo, nonostante l'intensa ricerca in una piccola area”.

22. Come corollario a questo mistero, furono segnalati dei resti in Lakes Entrance, comprovati dalla Polizia, però non furono rilevanti per questa ricerca. Il padre del pilota crede che suo figlio sia stato preso da un UFO e si ri (resto della parola illeggibile) più tardi. L'incidente ha ricevuto ampia copertura di giornali e della televisione a causa della connessione UFO”.

Il ricercatore Keith Basterfield ha contato dei riferimenti agli “UFO” nel resto del file. Questi includono un rapporto dell'aereo VH-DRB sulla rotta Tenannt Creek a Darwin, che vide una luce bianca e brillante per 3-4 secondi.


DOCUMENTO V116/783/1047

Questo file fu consegnato a Basterfield dal NAA qualche giorno fa. Il documento chiave di questo faldone di 315 pagine è il foglio 103. Questo, in realtà, contiene 64 pagine e comprende un rapporto proveniente dal Direttore, Victoria/Tasmania Region datato 20 ottobre 1981, indirizzato all'AS(SI). Esso consiste in una pagina “Air Safety Investigation Minute” e 63 pagine di rapporto.

I documenti includono

*Tabella della traiettoria di volo prevista.
*I dati dell'aereo.
*I dati dell'equipaggio di volo.
*Dati di volo.
*I dati meteo.
*Una sequenza degli eventi.
*L'analisi della causa.
*Allegati.

Gli allegati includono le note delle conversazioni tra i ricercatori Dipartimentali:

*Il rapporto ufficiale di Moorabbin.
*La persona che rifornì il VH-DSJ quella notte.
*La OCI Dipartimentale, King Island.
*Un pescatore di King Island.
*Lo scompiglio ufficiale, ATC HQ.
*Una persona che volò su VH-DSJ quella mattina.
*Tutore del pilota Valentich.
*Il padre di Valentich.
*La moglie di Valentich.
*Un amico intimo di Valentich.
*Un addetto della Southern Air Services (SAS in cui stava l'aereo).
*Quattro istruttori o piloti SAS.

Gli allegati comprendono anche:

*Una grafica del radar del Melbourne Flight Services.
*Un'analisi del ritorno radar di quel momento.
*Piano di volo di Valentich.
*La trascrizione delle comunicazioni registrate tra DSJ e il Melbourne Flight Services che copre un periodo di tempo maggiore rispetto a quello che il documento fece conoscere pubblicamente nel 1982.
*Un grafico che mostra la copertura radio a differenti altezze e distanze differenti da Melbourne.
*Una storia personale confidenziale di Valentich.
*Dettagli delle apparecchiature radio del DSJ.
*Le previsioni meteo in quella zona.
*La migliore stima delle condizioni meteo lungo la traiettoria di volo.
*Un rapporto sopra i campioni d'acqua dello Stretto di Bass per il Department of Defence Materials Research Laboratories.
*Un rapporto di un medico inerente gli aspetti dei fattori umani.
*Un rapporto sopra un aereo che trainava un aliante a Apollo Bay.
*Un rapporto UFO di un individuo.
*Un rapporto di una pioggia di “bagliori metallici” visti in cielo.

La prima pagina del rapporto, al punto 7. “Opinion as to cause” dice semplicemente “Non determinata  - Aereo Scomparso”.

La copertura “Air Safety Investigation Minute”, paragrafo 3, stabilisce che “La Regione non ha intenzione di intraprendere alcuna ulteriore azione in questa materia, a meno che si ottengano prove fattive positive”.


Traduzione a cura di Antonio De Comite

Fonte (clicca qui)

Per visionare i documenti declassificati (clicca qui)

0 commenti:

Posta un commento