Una luna di Saturno potrebbe avere dei laghi "tropicali"

venerdì 15 giugno 2012


Potrebbero non essere adatti per gli uomini per nuotare, ma laghi "tropicali" possono esistere in una delle lune di Saturno, la quale potrebbe ospitare piccoli organismi.

La rivista "Nature" ha pubblicato il giorno 13 giugno 2012 lo studio di alcuni scienziati nel quale si evince che la luna Titano potrebbe avere laghi di metano tra le dune che pervadono i tropici, la regione della luna tra 20 gradi di latitudine nord e 20 gradi di latitudine sud.

Come la Terra, Titano ha nuvole, pioggia e laghi, anche se sono composti di metano anzichè di acqua.

Gli scienziati hanno teorizzato che le condizioni su Titano, che è l'unica luna del nostro Sistema Solare con un'atmosfera, sono capaci di ospitare vita microbica, suggerendo che gli organismi potrebbero vivere in laghi di metano, come avviene nei laghi d'acqua sulla Terra

Fino a poco tempo fa, i laghi di Titano sono stati osservati solo fuori la regione tropicale, superiore ai 50 gradi nord e sotto i 50 gradi sud. Gli scienziati hanno analizzato lo spettro luminoso dei tropici di Titano raccolto dalla sonda Cassini tra il mese di Ottobre 2004 e di Dicembre 2008, che indicano una consistente superficie scura con metano liquido.

I dati suggeriscono che un lago di metano liquido è presente in una differente zona occupata da dune, in una regione arida di Titano. Questo lago sarebbe di circa 2.400 chilometri quadrati, o 927 miglia quadrate (per confronto, la città di New York si trova su un terreno di 305 miglia quadrate).

Lo stesso rapporto di Nature riduce la possibilità che il lago osservato sia una pozzanghera di pioggia, dal momento che è presente nei dati dell'anno 2004, prima della fine della stagione fresca e dell'arrivo di nuvole di metano e tempeste nell'area. Dal momento che i laghi di metano non sono stabili nella regione tropicale, l'indicazione è quella che il lago sia alimentato da un torrente di metano liquido sotterraneo.

Questi dati, assieme agli studi di altri laghi di metano su Titano, indicano che probabilmente esiste una sorgente liquida sotterranea che rilascia metano nell'atmosfera lunare e sulla superficie.


Traduzione a cura di Antonio De Comite

Fonte (clicca qui)

Fonte (clicca qui)

2 commenti:

Unknown ha detto...

domanda: ma che pressione atm c'è su tale luna per permettere al metano di restare in forma liquida?... sarà mica un 'altra balla per nasconderci che hanno trovato un pianeta con acqua?

Gabriele ha detto...

Più che altro è un fatto di temperatura e non di pressione. Fa molto freddo su Titano e quindi il metano si presenta allo stato liquido.

Posta un commento