I pianeti erranti potrebbero trasportare la vita

venerdì 1 giugno 2012



I pianeti erranti possono, occasionalmente, entrare all'interno del Sistema Solare, raccogliendo polvere che contiene composti organici - conosciuti come gli ingredienti della vita - e trasportarli attraverso la Galassia, secondo ciò che afferma, in una nuova ricerca, il professore Chandra Wickramasinghe, direttore del Centro di Astrobiologia dell'Università di Buckingham nel Regno Unito.

I pianeti erranti sono conosciuti con questo nome perchè non orbitano intorno ad una stella. O perchè sono stati espulsi con la forza da un Sistema Solare oppure perchè si formarono molto presto nella storia dell'Universo, anche pochi milioni di anni dopo il Big Bang. Questi mondi vagabondi potrebbero essere molto più numerosi delle stelle. In realtà, è stato suggerito che ci potrebbero essere fino a 100.000 volte più pianeti erranti che stelle nella galassia che ci ospita, la Via Lattea.

Il professore Wickramasinghe - un sostenitore dell'ipotesi della Panspermia che afferma che gli ingredienti della vita possono essere trasportati nella Galassia attraverso polvere, comete e, forse, anche pianeti - e il suo team hanno suggerito in un articolo pubblicato nella rivista “Astrophysics and Space Science” che i pianeti erranti delle dimensioni della Terra potrebbero passare attraverso l'interno del Sistema Solare, probabilmente così spesso, ogni 25 milioni di anni in media. Come un “self-service cosmico”, questi pianeti potrebbero raccogliere, durante il loro passaggio, polvere zodiacale dalla superficie del Sistema Solare, raccogliendo composti organici lungo il loro cammino.

I pianeti avrebbero poi preso il materiale raccolto da un Sistema Solare e lo avrebbero portato in un altro, funzionando come una specie di impollinatore interstellare.

Il team di Wickramasinghe propone che, attraverso questo processo, ci possano essere più pianeti con le dimensioni della Terra, colmi di vita, esistenti tra le stelle che orbitano intorno a molte altre di esse. Sulla base delle loro stime ci potrebbero essere fino a poche centinaia di miliardi di questi mondi nella Galassia che ci ospita...diversi migliaia per ogni stella.


Traduzione a cura di Antonio De Comite

Fonte (clicca qui)

Fonte (clicca qui)

Fonte (clicca qui)

Fonte (clicca qui)

Nell'immagine di apertura articolo la ricostruzione artistica di un pianeta errante roccioso nella nube oscura del Camaleonte, in prossimità del sistema DX Cha. (Fonte Edasich/Celestia)

0 commenti:

Posta un commento