Gli UFO sono fenomeni solidi e fisici. Parola di Leslie Kean

giovedì 21 giugno 2012


La giornalista e ricercatrice statunitense Leslie Kean sostiene che gli UFO "sono fenomeni solidi e fisici che sembrano essere sotto controllo intelligente".

"Sono capaci, anche, di sviluppare alte velocità di manovra e illuminare con una tecnologia che va al di là delle nostre conoscenze sulla Terra", ha detto l'esperta che ha partecipato, il giorno 20 giugno 2012, al lancio della nuova pagina web del CEFAA (Comité de Fenómenos Aéreos Anómalos) della DGAC (Dirección General de Aeronáutica Civil) del Cile.

Il CEFAA, diretto da Ricardo Bermúdez Sanhueza, è composto da astronomi, ingegneri, dottori in fisica, chimica, piloti, controllori del traffico aereo, meteorologi ed esperti in immagini che formano parte dei consulenti interni ed esterni delle istituzioni e università pubbliche e private cilene.

Alla conferenza, che è stata presieduta dal direttore della DGAC, Generale dell'Aviazione Jaime Alarcón (vedi immagine sotto) e alla quale hanno partecipato accademici e rappresentanti delle Forze Armate, sono stati mostrati video e registrazioni audio dei controllori del traffico aereo e di piloti di aerolinee commerciali e privati che hanno dato conto della presenza di UFO nei cieli del Cile.


Kean ha segnalato che le incursioni di UFO, nello spazio aereo ristretto, possono rappresentare un rischio alla sicurezza per l'aviazione e "sollevare preoccupazioni di sicurezza nazionale, anche quando gli oggetti non hanno dimostrato atti apertamente ostili".

Ha, inoltre, assicurato che l'ipotesi che gli UFO abbiano un "origine extraterrestre o interdimensionale" debba essere presa in considerazione e ha aggiunto che l'attuale origine e natura degli UFO non è stata ancora determinata dagli scienziati.


Il CEFAA riceve ogni anno circa un centinaio di rapporti con informazioni sugli avvistamenti, ciascuno dei quali è sottoposto ad una indagine rigorosa da parte degli specialisti della DGAC e degli accademici di prestigiose università che compongono il Comitato Consultivo.

Quattordici anni fa, la DGAC fu il primo organismo ufficiale che divulgò la rilevazione nei suoi radars di uno "strano intruso nello spazio aereo", senza essere in grado di identificarlo.

Il Cile è considerato il quinto Paese al mondo con il maggior numero di avvistamenti di UFO, dopo gli Stati Uniti d'America, Perù, Brasile e Russia.

In questo Paese, soprattutto nella regione settentrionale, sono stati dimostrati durante gli ultimi 60 anni, più di 600 avvistamenti e questa zona è stata protagonista di casi realmente sorprendenti, tra cui un contatto del "Terzo Tipo" con un extraterrestre.

Gli avvistamenti di dischi volanti "non risultano più relegati in un romanzo" e gli esperti assicurano che 60 milioni di persone al mondo sono state testimoni di questo fenomeno, ma per paura del ridicolo vengono riportate solo il 10 per cento di queste esperienze.

Tuttavia, gli esperti che gestiscono il programma chiamato SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence) creato 12 anni fa, la cui missione principale è quella di catturare segnali radio provenienti dalla nostra Galassia, non hanno ricevuto nessuno segnale di vita intelligente.


Traduzione a cura di Antonio De Comite

Fonte (clicca qui)

Nuovo sito web del CEFAA (clicca qui)

0 commenti:

Posta un commento