Un UFO crash in Inghilterra nel 1964?

venerdì 18 maggio 2012



E' stata soprannominata la Roswell del Midland. Un controverso rapporto americano sui dischi volanti è stato portato all'attenzione del pubblico, grazie ad un informatore di un ramo dell'Intelligence della U.S. Air Force.

Ed è stato un sottocapo di terza classe della U.S. Navy, S.M. Brannigan, che ha rilasciato un campanello d'allarme circa un misterioso schianto che sarebbe avvenuto a Penkridge, una città che costeggia a River Penk, vicino a Cannock Chase, Staffordshire, tra febbraio e marzo dell'anno 1964 del secolo scorso.

Ha dichiarato che furono recuperati tre corpi dall'operazione militare che ebbe a che fare con l'incidente presso il Cocksparrow Lane e che avrebbe coinvolto l'Air Force Intelligence e la NATO.

Brannigan era, in quel periodo, di stanza nei Caraibi e ha raccontato la sua scoperta dopo aver intercettato una trasmissione dell'ex Unione Sovietica.

Ha affermato che il messaggio sovietico riferiva di un malfunzionamento UFO e che cadde sulla Terra in due parti, una larga sezione vicino Penkridge e l'altro frammento sopra la Germania Ovest.

Un altro mistero che circonda l'incidente è quello di un testimone oculare, il quale si fece avanti per dire che scattò delle foto di un “oggetto a forma di delta”, che individuò in quel periodo in un campo vicino Penkridge.

Harold South, di Bloxwich, ha dichiarato che il curioso frammento era parzialmente coperto da un telo e posizionato su un aereo da trasporto.

South, inoltre, ha affermato che degli ufficiali confiscarono la sua macchina fotografica dopo aver scattato le immagini della scena. Quando gli fu restituita, la pellicola risultava tolta.


PARANORMALE

Siti web che si occupano di paranormale riportano che il velivolo si schiantò e che fu prelevato da Porton Down dallo Scientific Research Centre.

Peter McCue, psicologo clinico in pensione, ha puntato i riflettori sullo schianto inspiegabile nel suo nuovo libro “Zones of Strangeness: An Examination of the Paranormal and UFO Hotspots”.

Nella ricerca di rapporti di fenomeni inusuali è stato aiutato nel lavoro dall'investigatore sul paranormale Nick Redfern, nato a Pelsall, Walsall, e che attualmente lavora negli Stati Uniti d'America.

Non vi è alcuna menzione dell'incidente di Penkridge nei files declassificati del MoD (Ministero della Difesa britannico) e in quel periodo l'incidente non fu riportato dagli organi di stampa locali.


Ma tutto ciò è stato ripreso da Redfern, che ha incluso il caso nel suo libro, pubblicato nel 1999, “Cosmic Crashes”, incidente che fu tirato fuori per primo da Leonard Stringfield, ex ufficiale dei servizi segreti dell'USAF con un interesse per gli UFO.

Fu Stringfield che archiviò il rapporto dell'incidente di Brannigan.

McCue, che adotta un approccio con apertura mentale ad ogni caso studiato inserito nel suo libro, ammette di essere perplesso sull'incidente di Penkridge.

Se ci fosse stato un intoppo su una strada, si sarebbe potuto pensare di trovare qualcosa sulla stampa di quel periodo, ma non c'è nulla. Può essere, però, che il testimone oculare abbia sbagliato le date. Davvero non lo so. Certo, sembra logica la teoria che era qualcosa proveniente dalla Russia, piuttosto che dallo spazio esterno”.
                
Ma ha aggiunto che egli non è in grado di credere che la verità sia là fuori, e che è frustrato dalla mancanza di prove solide, collegate ad ogni incidente presente nel suo primo libro.

Una delle ipotesi che sto portando avanti è quella che questi strani fenomeni possono essere orchestrati da qualche intelligenza superiore, che non è necessariamente extraterrestre. Le cose che vediamo sono, se volete, oggetti di scena. In realtà non esistono. Sono di esseri che giocano davanti a noi”.

E, il misterioso incidente di Penkridge del 1964, non è l'unica attività sospetta avvenuta nella zona di Cannock Chase, di cui è venuto a conoscenza McCue.

Una parte del suo poderoso volume è dedicato a inspiegabili fenomeni paranormali avvenuti nel paesaggio rurale.

Sono stati segnalati molti altri avvistamenti UFO, tuttavia questi sono una minoranza rispetto al numero degli avvistamenti di 'grandi gatti', che si dice siano stati segnalati in quell'area.

Una miriade di oggetti di forma triangolare fu segnalata, alla fine del 1980 e all'inizio del 1990, nei cieli notturni di Cannock Chase.

Ma questi sono stati generalmente accettati di essere dei bombardieri statunitensi Stealth che, ai loro albori, venivano testati.

Alcuni anni più tardi, un portavoce militare statunitense ammise che Cannock Chase, composto da 26 chilometri quadrati di bosco e brughiera, faceva parte del percorso di volo degli Stealth, che erano di base sulla East Coast.

L'articolo in questione poi prosegue analizzando gli avvistamenti di grandi felini, lupi mannari, uomini relitti e bigfoot, prevalentemente “alieni” al discorso ufologico.


Traduzione a cura di Antonio De Comite

0 commenti:

Posta un commento