Alieni di importanza nazionale

venerdì 23 marzo 2012

Igor Prokopenko è un noto documentarista e personaggio nazionale russo, il quale nel suo ultimo libro dal titolo "Alieni di importanza nazionale" illustra il suo pensiero in tema di UFO ed extraterrestri.

Mentre si trovava a
Yekaterinburg in visita all'agenzia di stampa RIA ha esordito affermando che il progetto del suo decimo libro, tutto dedicato agli extraterrestri, è partorito perchè, a partire dal 20° secolo, tutto ciò che ha riguardato i cosiddetti UFO ed alieni è stato un fattore importante nella politica internazionale. Lo Stato oppure un governo di una nazione hanno dovuto nascondere alcuni fatti, dando la colpa agli extraterrestri. Negli anni 80 del secolo scorso, ad esempio, ci furono centinaia di violazioni dello spazio aereo al confine tra Svezia e Finlandia. "Furono gli americani", incalza Prokopenko, "e l'ex Unione Sovietica ebbe nuovi modelli di aerei, missili, veicoli e così via".

Gli "alieni" di Stato furono un fattore importante nella politica internazionale e di propaganda. "Così fecero tutte le maggiori potenze", afferma Prokopenko, "USA, URSS e poi la Russia e la Gran Bretagna. Non è un caso che l'oggetto UFO sia nell'agenda di impegno di potenze mondiali, di Intelligence e militari. E queste organizzazioni non spenderebbero soldi ed impegno per qualcosa che è un non sense".

Prokopenko parla poi di statistiche: "circa l'80% di tutti i fenomeni UFO sono una prova materiale militare e fenomeni naturali. Questi hanno, quindi, una spiegazione più terrena. La percentuale restante include i veri UFO (Unidentified Flying Objects), ma non si sa cosa in realtà siano. Forse appartengono ad una categoria di legge dell'Universo che non possiamo ancora comprendere. Nello studiarli sono impegnate le agenzie di Intelligenze americane, russe o inglesi".

Non è un caso che gli UFO vengono denominati, dai militari e dai funzionari dei servizi segreti, fenomeni aerospaziali anomali. "Ciò", dice Prokopenko, "è un analogo scientifico di ciò che è comunemente definito come un UFO, ossia qualcosa che non rientra nelle leggi scientifiche con cui operiamo". Questi oggetti possono spostarsi con grande velocità, manovrare e influenzare in modo distruttivo le moderne attrezzature militari.

Inoltre, Prokopenko rivela che: "in realtà, i veri UFO hanno proprietà sconosciute alle nostre armi. Scienziati sovietici che studiavano questi fenomeni, costruirono il missile "Squall" che poteva muoversi sott'acqua alla velocità di circa 600 chilometri orari. Un inaudito successo. Il missile è ancora un segreto, anche se è stato istituito negli anni 70 del secolo scorso".

Prokopenko conclude il suo pensiero sugli UFO parlando, anche, di furti di progetti relativi allo Squall e dichiara che: "ci fu un illecito trasferimento di dati su questo missile in America. Ci fu anche un'apertura di una indagine penale nella divulgazione di Segreto di Stato, ma non ci furono risultati soddisfacenti e il caso fu chiuso".


Traduzione e sintesi a cura di Antonio De Comite


Fonte

0 commenti:

Posta un commento