UFO crash SI o NO? Approfondimento su XY Web Radio

mercoledì 8 febbraio 2012

Recentemente molti organi di stampa hanno "riesumato" il discorso degli UFO precipitati al suolo. Cosa c'è di vero? Nuovo appuntamento con l'approfondimento su "XY Web Radio" del Centro Ufologico Ionico dal titolo "UFO crash SI o NO?" In studio Antonio De Comite.

Per ascoltare la puntata clicca qui oppure ascoltala direttamente cliccando a destra in alto nell'home page di questo blog.

5 commenti:

Alexej ha detto...

Stavo appunto per proporvi un approfondimento sul lago di Vostok visto che avevo letto questo approfondimento sulla Repubblica:

http://www.repubblica.it/scienze/2012/02/06/news/antartide_i_misteri_del_lago_vostok_raggiunto_dopo_trent_anni_di_scavi-29442183/

A parte gli studi di biologia sugli eventuali esseri lì presenti, era interessante la presenza di questo oggetto sferico che influenza il campo magnetico...

Interessante anche la vostra conclusione in merito agli schianti.. In effetti sarebbero un po' troppi, però la storia ci insegna che solo una piccolissima % delle segnalazioni sono "veritiere", quindi solo una bassissima % di queste notizie va presa per vera.. Inoltre anche la tesi che molti di questi oggetti potrebbero essere in realtà manufatti umani non è da scartare!
Mi piace tuttavia pensare a Roosvelt.. A parte che cerco ancora approfondimenti su quel ricercatore che sosteneva di aver trovato le prove dello schianto in quei frammenti "alieni", mi piace pensare che, guarda caso, proprio in quel periodo è iniziato un vero e proprio boom tecnologico, una vera rivoluzione!

Chissà, un giorno forse sapremo qualcosa di più, forse no... Nel frattempo guardiamo il cielo e fantastichiamo eheheh!!!

P.S. Riguardo la trasmissione, la nuova sigla di apertura mi piace molto di più dell'altra, particolare e breve come una sigla di apertura che si rispetti eheheh! Perchè non introducete qualcosa di simile anche alla chiusura? Sarebbe un'idea carina eheheh!

Vladimiro ha detto...

Roswell, Please.

Roosvelt era un presidente. Non è la prima volta che la gente sbaglia. Non per fare il pignolo, ma già l'argomento è scivoloso....

Alexej ha detto...

Scusate, è vero! Lapsus xD

Ero appena arrivato dopo un esame, un po' di esaurimento ci sta tutto xD xD xD

Anonimo ha detto...

Sul lago Vostock,non è strano che le trivelle che stanno effettuando la perforazione verso gli strati più bassi siano russe,mentre il blocco all'accesso dell'area ai non autorizzati è stata effettuata dalla National Security Agency americana? Indagate gente,indagate. Max

Anonimo ha detto...

Trent'anni per perforare tremila metri di ghiaccio!!!!Alla media di ottantatre metri al mese.Cosa avranno usato,una trivella manuale per gnomi?Riguardo a un ufo ritrovato nei ghiacci da una spedizione scientifica,mi viene in mente il film di John Carpenter 'La Cosa'.

Posta un commento