L'interesse per gli UFO del principe Filippo ispira una nuova biografia

mercoledì 23 novembre 2011

Il principe Filippo, Duca di Edimburgo e marito della regina d'Inghilterra, è anche un fervente appassionato di UFO. I suoi interessi sugli UFO non solo sono inclusi in una nuova biografia, ma l'autore Philip Eade scrive che l'idea della biografia è nata mentre pensava di scrivere un libro sugli ufologi di primo piano nel periodo dopo la Seconda Guerra Mondiale. La biografia è intitolata "Prince Philip: The Turbolent Early Life of the Man Who Married Queen Elizabeth II" e dimostra di essere un ottima lettura.

In una recente storia apparsa su The Daily Beast, sono stati messi in evidenza 12 dei più "succosi pezzi" della biografia. Per quanto riguarda le parti dedicate agli UFO vi è scritto:

"Nel corso di tale ricerca, Eade ha scoperto non solo che il principe Filippo era abbonato alla rivista Flying Saucer Review, ma che una volta inviò il suo scudiero, Sir Peter Horsley, per incontrare un umanoide extraterrestre in una casa a Ealing." Scrive Eade che "un certo numero di testimoni furono invitati a Buckingham Palace per discutere le loro esperienze, come Horsley poi spiegò, a 'metterli sotto i riflettori' e alla prova della loro onestà, alla presenza della famiglia reale, un metodo efficace come ogni siero della verità". Horsley fu nello staff del personale del principe dal 1952 al 1955 prima di salire agli alti livelli della Royal Air Force. Quando Horsley pubblicò le sue memorie nel 1997, un alto funzionario del Ministero della Difesa commentò, "è un peccato che il pubblico apprenda che l'uomo che aveva il dito sul pulsante dello Strike Command vide i piccoli omini verdi".

Anche se può sembrare sorprendente che un membro della famiglia reale avrebbe un interesse per gli UFO, il principe Filippo non è il primo. In realtà suo zio, Lord Mountbatten (vedi immagine sopra), ebbe un interesse simile. In una biografia di Philip Ziegler del 1985, scrisse che Mountbatten aveva idee dichiaratamente "inverosimili" sulle origini del misterioso fenomeno. Ziegler ha spiegato questa idea nel suo libro:

"(eravamo) entrambi convinti che provenivano da un altro pianeta, ma siamo giunti reciprocamente e in modo indipendente alla conclusione che non erano 'aeroplani' pilotati da umani piccoli e quasi sciocchi, ma erano essi stessi abitanti veri e propri: marziani, venusiani, gioviani o quello che volete voi. Perchè la vita in un altro pianeta, con condizioni completamente diverse, debba in qualche modo rassomigliare alla vita sul nostro pianeta? I loro abitanti potrebbero essere 'gassosi' o circolari o molto grandi. Certamente non respirano, non possono aver bisogno di mangiare e dubito, se hanno bambini, che parti dei loro grandi dischi possano rompersi e crescere in una nuova creatura. Il fatto che essi possano librarsi e accelerare allontanandosi dalla gravità terrestre e ancora ruotare attorno ad una V2 in America (come riportato dal loro capo scienziato) dimostra che essi sono molto più avanti di noi. Se davvero arrivino in una grande strada che possa risolvere la guerra capitalista-comunista, se la razza umana vuole davvero sopravvivere potrebbe essere necessario unirsi ad essi."

Nel 1955 Lord Mountbatten investigò su un incidente UFO avvenuto nel suo cortile di casa e, letteralmente, la sua teoria fu messa alla prova. Nel libro di Timothy Good Above Top Secret, vi è una relazione scritta da Lord Mountbatten sulla sua investigazione di un avvistamento attorno a Broadlands Estates a Romsey, Hampshire. Frederick Briggs, un sergente della British Army in pensione, stava lavorando sul posto come muratore, quando disse di aver visto un grande velivolo in bilico su un campo. Disse che una colonna fuoriuscì dal centro del velivolo e sembrò apparire una figura umanoide discendere con la colonna stessa (vedi sotto disegno dell'UFO avvistato, con entità, effettuato dallo stesso Briggs).

Mountbatten afferma, nel suo rapporto, che personalmente intervistò il signor Briggs. Egli riferisce che Briggs "non ha dato l'impressione di essere il tipo di uomo che fosse stato colpito da allucinazioni, o in qualche modo inventarsi una storia".

In una intervista a Nick Pope, un uomo che ha condotto indagini ufficiali sugli UFO per il Ministero della Difesa britannico, fu chiesto dell'interesse della famiglia reale sugli oggetti volanti non identificati. Pope fu reticente a parlare sul tema, affermando:

"Um...questa per me è un'area difficile in cui entrare. Naturalmente, anche se ho lasciato il Ministero della Difesa, sono ancora vincolato ai segreti atti ufficiali e che mi lega per la vita. Si, lo so che alcuni membri della famiglia reale hanno interesse per gli UFO, i crop circles e l'ignoto in generale, ma a causa del mio giuramento di sicurezza ho timore a discutere realmente di ogni dettaglio di questi argomenti".

Fonte


Traduzione e adattamento a cura di Antonio De Comite

0 commenti:

Posta un commento