7 giorni UFO: settimana dal 3 al 9 ottobre 2011

lunedì 10 ottobre 2011

Cambio d'impostazione per quanto riguarda l'informazione e divulgazione che viene pubblicata sul blog del Centro Ufologico Ionico. Visti i numerosi impegni lavorativi di tutti i componenti del Centro Ufologico Ionico e visto che sarebbe più ovvio proporre - a turno - le notizie più significative della settimana con relativi commenti di ogni personalità del CUI, abbiamo deciso di creare questa rubrica dal titolo "7 giorni UFO", una sorta di approfondimento che verrà proposto ogni settimana in questo blog. In attesa di una futura trasmissione video sulla "Web TV del CUI" che aprirà i battenti prossimamente.

Cominciamo dal 1° Convegno Interregionale del CUN Puglia e Basilicata che si è tenuto il giorno 8 ottobre 2011 presso il "Villaggio del Fanciullo" a Bari. E' stata una manifestazione tutto sommato positiva, che ha visto protagonisti - anche - alcuni alti vertici del CUN (Centro Ufologico Nazionale) e, anche, il Centro Ufologico Ionico con il sottoscritto che ha relazionato su "UFO, scienziati e distanze stellari", lavoro molto applaudito.

Come applaudita è stata la splendida relazione di Vladimiro Bibolotti (presidente del Centro Ufologico Nazionale, sopra intervistato dall'emittente televisiva Telenorba, con affianco il coordinatore regionale CUN Puglia Mauro Panzera) dal titolo "Il fenomeno ufologico dal punto di vista storico e scientifico". La sua relazione era incentrata sulle fonti ufficiali, perchè senza le fonti non si parla più di ufologia, ma di ufomania condita di rettiliani, alieni bluastri e altre amenità simili. Bibolotti ha introdotto una parte dell'enorme materiale documentale che verrà proposto, nella sua totalità, nel corso del 10° Convegno Nazionale che si terrà a Roma il 22 ottobre 2011 (maggiori informazioni qui). Ma anche le altre relazioni sono state apprezzate. Da "UFO: il dubbio periodico" di Fortunato Dello Russo (socio CUN Puglia) a quella di Mauro Panzera (coordinatore regionale CUN Puglia) che ha approfondito il discorso su UFO e politica; da Gaetano Anaclerio (CUN Puglia) su casi di presunta ostilità di UFO nei confronti di velivoli militari a Gianvito Magistà (socio CUN) che ha introdotto alcuni casi classici inerenti la cosiddetta "Paleoastronautica e Clipeologia" e quella di Paolo Bergia (Filo Diretto CUN) con una splendida relazione su "UFO: scienza, scienziati e scientisti".

Sopra Antonio De Comite (Centro Ufologico Ionico)

Sopra Arcangelo Cassano (CISU Puglia)

Ma il convegno ha ospitato - anche - alcune associazioni che collaborano attivamente e seriamente con il Centro Ufologico Nazionale. Oltre al CUI (Centro Ufologico Ionico), c'era il CISU (Centro Italiano Studi Ufologici) con Arcangelo Cassano che ha discusso su alcuni casi (anche inediti) inerenti la casistica pugliese e Riccarso Giuliani (Adia Polignano) che ha brillantemente relazionato su "Astrofili: ricerca di tracce anomale in foto ed ore di filmati ad alta risoluzione".

Erano assenti, per problematiche di varia natura, il dottor Roberto Pinotti (segretario generale CUN), Alessandro Sacripanti (responsabile regionale CUN Lazio) e la ricercatrice Lilly Astore.

Un convegno importante e che ha riunito le migliori organizzazioni di ricerca ufologica in Puglia. Sperando in un seguito, magari annuale, di tale convegno, per il CUI (presente, oltre al sottoscritto, con tutto l'organigramma composto da Valerio De Rosa, Claudio Zito e Domenico Santagatà) è stata l'occasione di reincontrare vecchi amici e conoscerne di nuovi. Un esperienza utile e istruttiva, soprattutto, per le nuove leve dell'Ufologia presenti al Convegno di Bari.

Ma anche dal Sistema Stellare che ci ospita vengono fuori notizie molto interessanti, le quali confermano - semmai ce ne fosse ancora bisogno - che la vita è un fattore comune nell'infinito Cosmo che ci ingloba: sul pianeta Venere, che secondo alcuni dubbi contattisti è abitato da entità simili all'uomo, è stato scoperto l'azoto. La rilevazione viene fuori dalla missione "Venus Express" della ESA (Agenzia Spaziale Europea) ed è stata pubblicata sulla rivista "Icarus".

Fino ad oggi i livelli di ozono erano stati rilevati solo nelle atmosfere della Terra e di Marte, ma la scoperta su Venere è stata una sorpresa inaspettata per i ricercatori. Questa scoperta potrebbe perfezionare meglio la ricerca di vita su altri corpi celesti.

Franck Montmessin, autore principale del documento, del "LATMOS Atmospheric Research Centre" in Francia, ha dichiarato che il luogo dove è stato trovato l'ozono si trova ad oltre 100 km di altitudine, circa tre volte l'altezza di quello che si trova sulla Terra.

Su quel pianeta l'ozono, che assorbe gran parte dei raggi UV dannosi che provengono dal Sole, impedendo loro di raggiungere la superficie, è formato in modo simile a quello della Terra.

Il sito di "Media Inaf" afferma "La presenza di ozono atmosferico è, da ora, una caratteristica che accomuna tre pianeti rocciosi intorno al Sole. Nel momento in cui ne individuassimo uno in orbita intorno a un’altra stella e nella sua atmosfera rilevassimo la presenza di ozono, facendo gli opportuni confronti con i nostri tre “casi noti” potremmo trarre conclusioni molto interessanti sulle sue condizioni di abitabilità".

Il Sistema Solare è pieno di piacevoli sorprese.

Ma passiamo ora agli UFO. Non passa giorno che avvistamenti, sulla carta anomali, vengono segnalati in ogni parte del mondo, anche se le "fuffole" sono sempre dietro l'angolo.

sopra ricostruzione artistica

Corre voce che un interessante avvistamento avrebbe coinvolto sei equipaggi di aerei passeggeri nei cieli sopra Mosca. L'avvistamento sarebbe avvenuto alle ore 07:30 circa (ora locale) del giorno 7 ottobre 2011. Quasi tutti concordi ad affermare di aver visto un oggetto, simile ad un infuocato proiettile d'artiglieria ad un'altitudine di circa 10.000 metri. I testimoni che avrebbero assistito al fenomeno hanno dichiarato di aver "sentito un suono accompagnato da un flash". Il Ministero della Difesa, interpellato in proposito, ha dichiarato che "non è stato registrato nulla di anomalo nello spazio aereo".

E' davvero così? Ammesso che fosse plausibile la spiegazione ufficiale, come spiegare l'avvistamento multiplo che avrebbe coinvolto l'equipaggio di ben sei aeroplani passeggeri? Al momento questa notizia resta priva di conferme effettive ulteriori. Se ci saranno aggiornamenti vi informeremo la settimana prossima in un nuovo approfondimento di "7 giorni UFO".


E per concludere, sempre in tema di UFO, comunichiamo che il GEIPAN (Groupe d'Études et d'Informations sur les Phénomènes Aérospatiaux Non-identifiés), gruppo di ricerca scientifico in seno al CNES (Centro Nazionale Studi Spaziali) di Tolosa parteciperà ad una conferenza che si terrà alla "Cité de l'Espace", sempre a Tolosa, il giorno 12 ottobre 2011 dal titolo "Les Phénomènes aérospatiaux non-identifiés. Le point sur les activités officielles en France" (trad. "I Fenomeni aerospaziali non identificati. Il punto sulle attività ufficiali in Francia").

La conferenza del GEIPAN fa comprendere come seriamente vengono presi i tanto bistrattati UFO. Peccato che in Italia si continua a dare spazio a informazioni dubbie, fasulle, a quel famoso "Circo Barnum" composto da chiacchiere e senza fonti verificabili.

Alla prossima settimana.


Scritto a cura di Antonio De Comite (fondatore Centro Ufologico Ionico)

0 commenti:

Posta un commento